CANI...

PROPRIETARI...

GATTI...

I fiori di Francy

FLORITERAPIA

“Tutto andrà per il meglio se proteggeremo
la nostra personalità, se vivremo la nostra vita
e saremo al timone della nostra esistenza”
by EDWARD BACH


I fiori di Francy

Miscele personalizzate

Combinazioni di fiori di Bach studiate appositamente per cani, gatti e proprietari, e preparate in seguito ad un colloquio conoscitivo atto a mettere in luce le esigenze del singolo. Queste formulazioni consentono di iniziare insieme un percorso di cambiamento e di gestione del problema a 360 gradi, al fine di ottenere un risultato migliore e duraturo.
Sottolineo che i fiori sono associabili alle normali terapie mediche e ai percorsi comportamentali già in atto.
Scegli questa soluzione e migliora la vita del tuo amico a 4 zampe!

  • Ricetta tradizionale
  • Nessuna controindicazione
  • Equilibrio fisico e mentale
  • 100% naturale
  • No allergeni
  • Sicuro ed efficace



Miscele standard

Nel corso dei miei studi ho messo a punto una serie di formulazioni standard ideate per risolvere i problemi più comuni di cani e gatti.
In base al disagio presentato dal vostro animale potete quindi optare per una miscela già pronta o per i singoli fiori, senza la necessità di intraprendere un percorso di tipo personale.
Ricordo tuttavia che difficilmente esiste un rimedio univoco adatto a tutti e che tali preparati andrebbero valutati sul caso e modificati in base alla risposta, in alternativa il proprietario può comunque sperimentare l’autodiagnosi scegliendo i singoli fiori autonomamente.
Armonia a portata di zampa!

  • Ricetta tradizionale
  • Nessuna controindicazione
  • Equilibrio fisico e mentale
  • 100% naturale
  • No allergeni
  • Sicuro ed efficace



Problemi comportamentali

Aggressività, ansia, paura, viaggi, adattamento, agitazione, ecc… sono alcuni dei problemi che puoi riarmonizzare usando le miscele e affiancando un giusto atteggiamento nei riguardi dell’animale.
Riequilibra il tuo animale iniziando a comprenderlo!

  • Ricetta tradizionale
  • Nessuna controindicazione
  • Equilibrio fisico e mentale
  • 100% naturale
  • No allergeni
  • Sicuro ed efficace

Coadiuvanti terapeutici

Le miscele di fiori possono essere personalizzate in base alla diagnosi e alla terapia prescritta dal vostro veterinario, per amplificarne gli effetti e avere una guarigione più rapida.
Non esistono controindicazioni per nessun tipo di terapia, i fiori sono privi di interazioni e non creano assuefazione!

  • Ricetta tradizionale
  • Nessuna controindicazione
  • Equilibrio fisico e mentale
  • 100% naturale
  • No allergeni
  • Sicuro ed efficace


Applicazioni locali

Miscele appositamente preparate possono essere utilizzate per creare creme, pomate, colliri e soluzioni per il trattamento di ferite, ghiandole anali, ascessi, dermatiti, congiuntiviti, mastiti, ecc…
Richiedi se esiste un preparato adatto al tuo problema!

  • Ricetta tradizionale
  • Nessuna controindicazione
  • Equilibrio fisico e mentale
  • 100% naturale
  • No allergeni
  • Sicuro ed efficace



Quali sono i fiori più adatti al tuo amico?

Compila il modulo per descrivermi le tue esigenze.




I FIORI DI FRANCY - LE 38 ESSENZE FLOREALI


I FIORI DI FRANCY - SOLUZIONI PER CANI E GATTI


Comportamento


I fiori di Bach possono essere utilizzati per risolvere i problemi di comportamento più frequenti del mondo animale, in modo da migliorare la convivenza con l’uomo e l’adattamento al mondo circostante. Ricordo in ogni caso che questa soluzione non può sostituirsi al lavoro svolto da veterinari, educatori ed etologi, il cui parere andrebbe sempre interpellato al fine di ottenere risultati migliori e meglio comprendere le ragioni del disagio dei nostri amici a 4 zampe.
In ogni intervento che operiamo sui nostri animali dobbiamo tuttavia tener presente che la responsabilità dei loro atteggiamenti anomali è frequentemente attribuibile a noi proprietari o all’ambiente in cui vivono. Da questo punto di vista è quindi basilare lavorare in primis su noi stessi con l’aiuto di uno specialista ed è fondamentale non umanizzare i sentimenti dei nostri pets, distinguendo un quadro di comportamento fisiologico per loro naturale, da uno patologico o da uno di risposta ad una nostra azione scorretta.
Cercherò di illustrarvi di seguito i principali problemi comportamentali riscontrati nel corso della mia esperienza e sui quali ho ottenuto un risultato positivo con l’uso delle miscele di fiori di Bach.
Consiglio la personalizzazione dei trattamenti attraverso un colloquio conoscitivo, sebbene io abbia già formulato miscele standard, frutto di mie considerazioni personali basate sulla letteratura studiata durante i miei corsi.
Preciso che tali miscele possono essere utilizzate su tutte le specie, anche se in questa sede mi riferisco principalmente a cani e gatti.

Aggressività - Aggressiveness

Di fronte ad un problema di aggressività è basilare comprendere le cause che la provocano, pertanto si tratta di un problema molto complesso per cui consiglio sempre l’intervento di un esperto che veda l’animale dal vivo.
A seconda del tipo di aggressività i fiori sono scelti e abbinati in maniera diversa, esistono infatti cause diverse che la generano: ormonali o fisiologiche, che possono innescare un’aggressività secondaria per cui è necessario l’abbinamento di una terapia medica prescritta dal veterinario; problemi di comunicazione intraspecifica o con l’uomo, in cui si osserva la mancanza di segnali calmanti che portano l’animale a un forte stato di stress e le conseguenti reazioni da paura e sopravvivenza; in altri casi è stato necessario l’abbinamento di regole di educazione e il trattamento combinato di animale e proprietario.
Le indicazioni d’uso e la miscela sono individuali e modificabili secondo la risposta del soggetto.

Ansia da separazione - Separation anxiety

L’obiettivo di questo tipo di miscela si propone di abbassare il livello di ansia e stress dell’animale che soffre di solitudine e in seguito all’allontanamento del proprietario manifesta segnali fisici specifici quali: irrequietezza, iperventilazione, tachicardia, vocalizzazioni, ecc…
Sarà necessario ridurre comportamenti del proprietario che possano far aumentare l’ansia, modulare la necessità dell’animale di stare sempre in compagnia, diminuire l’eccessiva richiesta di attenzioni e la paura dell’abbandono.
In condizioni caratterizzate da un alto livello di stress consiglio di abbinare il Rescue Remedy come coadiuvante e portare il numero di somministrazioni a 6 volte al giorno invece di 4, possibilmente con somministrazione diretta, per cercare di ottenere risultati in 2 o 3 settimane.

Comportamenti ripetitivi - Stereotypies

Si identificano in questa categoria quei comportamenti compulsivi ripetuti e senza alcuna utilità per l’animale, ciò può accadere quando il nostro amico non riceve attenzioni sufficienti, non è motivato, non ha contatti con i propri simili o semplicemente quando si annoia o è ansioso. Tipici del mondo canino il Tail-Chasing (rincorrere e morsicarsi la coda), il Circling (girare in cerchio), il leccamento compulsivo e i vocalizzi.
Per usare i fiori su queste problematiche si va a lavorare sulla ripetitività dei movimenti, sull’ansia e sulla richiesta di attenzioni.
In talune circostanze suggerisco la somministrazione combinata del Rescue Remedy per avere un’azione tranquillante.
La posologia è di 4 gocce dalle 4 alle 6 volte al giorno a seconda del grado del problema.

Coprofagia - Coprophagy

La coprofagia è l’ingestione di feci, sia proprie sia di altri animali o persone, è una problematica comune nei cani e più rara nei gatti. Bisogna premettere che questo comportamento nella specie canina rientrerebbe nella normalità, per quanto schifoso possa risultare per il proprietario, ed è frequente soprattutto quando la quota proteica all’interno degli escrementi è elevata; rientrerebbe dunque in un quadro non patologico ma di comportamento atavico.
L’ingestione di feci proprie è un problema relativamente significativo poiché non porta problemi di salute, cosa che invece può accadere con l’ingestione dei bisogni di altri animali.
Bisogna prima di tutto escludere che il problema derivi da parassitosi, malassorbimento e carenze alimentari ed intervenire su questo aspetto secondo indicazioni veterinarie.
Un’altra cosa a cui fare attenzione è il numero di somministrazioni di cibo proposte all’animale, poiché troppe ore di digiuno potrebbero portarlo a sopperire tale carenza di risorse con l’ingestione di feci.
Attenzione infine alla presenza di grassi appetizzanti all’interno dei mangimi e ai cibi di difficile digeribilità.
Analizzate queste condizioni è possibile pensare ai fiori come aiuto, in questo caso possiamo ricondurre tale disturbo a noia, imitazione, competizione o semplicemente l’animale le ha assaggiate e ne ha apprezzato il sapore.
La miscela agisce dunque su ansia, noia e richiesta di attenzioni.
La posologia è di 4 gocce 4 volte al giorno.

Gelosia - Jealousy

Un problema che ho affrontato spesso riguarda i comportamenti anomali espressi dall’animale in seguito a nuove situazioni all’interno del nucleo familiare: gravidanza, malattia, ingresso di un nuovo animale, ecc… sono eventi nuovi che possono generare cambiamenti della routine giornaliera (orari, limitazione degli spazi, minori uscite, ecc…).
Sottolineando che se l’animale mostra dei problemi bisognerebbe risolverli per tempo e non aspettare di trovarsi in condizioni che potrebbero aggravarli, consiglio di coinvolgere sempre il proprio pet nelle azioni quotidiane di preparazione e modifica degli spazi, fargli annusare oggetti nuovi e indumenti e renderlo partecipe della nuova condizione.
Risulta importante dedicargli degli spazi tutti suoi appena si ha tempo e cercare, per quanto possibile, di mantenere le sue abitudini invariate.
Utile nel caso di gravidanza abituare l’animale alla vista del neonato utilizzando ad esempio un bambolotto e simulando gesti di routine e nuovi odori, premiandolo ogni qualvolta si mostri curioso ma non aggressivo; oppure far fare all’animale passeggiate con la carrozzina o la sedia a rotelle ancor prima dell’arrivo del neonato o del malato per fargli accettare meglio la nuova situazione; o ancora posizionare preventivamente in casa oggetti che apparterranno al nuovo animale.
I fiori sono utili nella gestione della gelosia, sebbene quest’ultima non sia un sentimento proprio dell’animale ma sia secondaria a un mancato adattamento e a un rifiuto della nuova situazione, favoriscono dunque la capacità dell’animale di accettarla e di apprendere nuove abitudini.
La posologia di tale miscela è quella regolare di 4 gocce 4 volte al giorno, da continuare anche dopo l’evento per gestire meglio la convivenza.
In questo caso la miscela per gatti risulta leggermente differente in quanto questa specie fatica molto di più ad adattarsi ai cambiamenti e mostra spesso segnali di disaccordo.

Gravidanza isterica - Pseudopregnancy

Impregnazione - Imprinting

Iperattività - Hyperactivity

L’iperattività si può osservare negli animali fin da cuccioli quando a causa di una curiosità illimitata cercano di scoprire il mondo che li circonda rosicchiando tutto ciò che trovano, ma anche correndo e giocando talvolta in maniera eccessiva.
Oltre che nei cuccioli, gli animali che presentano questo problema di solito sono soggetti che non ricevono coerenza educativa da tutti i membri della famiglia, quelli stimolati eccessivamente nel gioco e quelli che escono poco e non hanno modo di sfogare la propria energia.
Tali manifestazioni possono sfociare in: aumento della frequenza respiratoria e cardiaca, eccesso di energia nervosa, ipersalivazione, movimento continuo e latrati, tutti sintomi di stress più o meno marcato.
La miscela per questi soggetti va a gestire la sovreccitazione, le ripetizioni accelerate e l’ansia.
Consiglio l’abbinamento del Rescue Remedy per stabilizzare l’animale più rapidamente.
Posologia di 4 gocce dalle 4 alle 6 volte al giorno.

Marcatura con feci e urine - Marking

L’eliminazione di feci e urine in luoghi inappropriati da parte di un cane o di un gatto può avere cause molto diverse tra loro che andrebbero individuate per una corretta gestione del problema.
In primo luogo è necessario escludere una malattia organica eseguendo un banale esame delle urine o delle feci, soprattutto se l’animale inizia improvvisamente a urinare in giro per casa lasciando laghetti sul pavimento e a defecare più del dovuto.
Altra condizione abbastanza comune nei gatti è la corretta gestione della lettiera: garantendo una frequente pulizia e scegliendo una lettiera che non infastidisca l’animale spesso questo problema si risolve; sarebbe inoltre conveniente fornire a ogni gatto di casa una propria lettiera personale e posizionarla in un luogo tranquillo.
Diffusa poi la marcatura per delimitazione del territorio, nei gatti risolvibile nell’80-90% dei casi con la castrazione in età puberale, mi preme però dire che tale risoluzione nei cani sarebbe invece da evitare, sia perché la castrazione del soggetto giovane, secondo letteratura, può risultare sconveniente e dannosa se non correlata a malattia, monorchidismo o condizioni similari, sia perché risulta facilmente gestibile con altre accortezze educative, sia perché spesso non sortisce gli effetti sperati.
Risulta dunque fondamentale capire se alla base del problema vi sia una condizione di disagio, insicurezza e stress che porta il vostro pet a marcare, evitando di prendere scelte affrettate. I fiori di Bach risultano utili proprio se le cause sono queste, i gatti ad esempio tollerano male i cambiamenti e possono arrivare a urinare su abiti e letto del proprietario per esprimergli un proprio disagio, quando questi cambia abitazione, partner, abitudini, profumazioni o smette di dedicargli attenzioni lasciandolo troppo tempo da solo.
In presenza di questo comportamento è importante individuare la causa principale e abbinare i fiori giusti, considerate comunque che la riduzione di ansia e stress aiutano sempre a migliorare il disturbo.
La posologia di 4 gocce va somministrata dalle 4 alle 6 volte al giorno fino a risoluzione avvenuta.
Pochi risultati si sono osservati su cani e gatti dominanti che tendono a coprire con “schizzetti” di urina il passaggio di altri animali, poiché non rientra in un problema di disarmonia ma si tratta di un comportamento naturale per loro.

Paura, panico e fobie - Fear & Panic

Socializzazione - Socialization

Stress - Stressful

Tristezza e depressione - Sadness & Depression

Anche gli animali in seguito a situazioni traumatiche come un decesso, l’abbandono da parte del proprietario o la mancanza di un conspecifico possono provare un sentimento di tristezza, che può sfociare in depressione qualora la causa sia interna all’ambito famigliare e perduri nel tempo.
Una tipica condizione di noia e apatia spesso si verifica quando l’animale non si sente parte del branco “famiglia”, non riceve sufficienti attenzioni, sia escluso dalle attività comuni o stia troppe ore da solo. Aggravanti di tale condizione sono anche la mancanza di stimoli esterni, la carenza di carezze e di attività di gioco e lo stress.
I fiori di Bach per questo problema vengono scelti in base alle cause: trauma, morte, abbandono, ecc… e alle manifestazioni che presenta l’animale: apatia, tristezza, malinconia, ecc… e vengono aggiunti a una miscela base per la gestione dello stato depressivo.
Risulta basilare comunque intervenire sul modo di agire del proprietario nei riguardi dell’animale per ottenere risultati più rapidi.
La posologia di 4 gocce può essere ripetuta dalle 4 alle 6 volte al giorno a seconda della gravità del problema.

Viaggi - Travel


Coadiuvanti per terapie


Edward Bach la luce che non si spegne mai

Secondo il dr. Edward Bach le reazioni alla malattia di un individuo, come di un animale, hanno la capacità di influire sul suo decorso, gravità e durata, questo spiegherebbe come mai non esistano trattamenti univoci da applicare indiscriminatamente. Capita infatti che uno stesso trattamento somministrato a individui diversi non dia il medesimo risultato su tutti. Risulta importante a questo punto interrogarsi sulle motivazioni e analizzare il problema da un punto di vista superiore che tenga conto della personalità, dell’atteggiamento nei confronti della vita e delle emozioni. Probabilmente questo è proprio il primo passo da affrontare per consentire a chiunque di affrontare meglio la malattia e superarla. Purtroppo i tempi frenetici della società moderna implicano alla medicina allopatica umana e veterinaria di ottenere risultati immediati, tralasciando aspetti di ascolto approfondito del paziente, che potrebbero dare indicazioni importantissime su come affrontare e gestire patologie non solo psichiche ma anche fisiche. In quest’ottica prende forma l’idea di curare non solo il sintomo, ma il paziente come persona con una sua personalità, abbinando Floriterapia e Medicina: una volta che il paziente recupera armonia e serenità riequilibrando i suoi stati d’animo, la mente riacquista il controllo corretto di organi e tessuti corporei.


Preparati a uso topico


Nei suoi scritti il dr. Edward Bach ci ha lasciato testimonianza dell’uso dei suoi fiori per preparare lozioni e impacchi da applicare a livello locale. Da queste riflessioni nasce l’idea della creazione di preparati mirati alla miscelazione con creme, gel, lozioni, oli o semplicemente acqua fisiologica. Gli studi portati avanti in letteratura da autori successivi al dr. Bach hanno messo in evidenza come tali preparati non rispondano al principio della personalità, ma piuttosto a quello transpersonale del dr. Orozco fondato sulla forma in cui si manifesta una cosa e non sul suo perché.
La frequenza delle applicazioni di un preparato floreale a uso topico dipende dal caso trattato, in genere sono sufficienti 2 applicazioni giornaliere, aumentabili a 4.


Rescue Remedy, il rimedio di emergenza


Con questo nome viene identificata una miscela di 5 essenze floreali, l’unica ideata dal dr. Edward Bach, che viene usata per gestire situazioni acute di emergenza.
I 5 fiori che la compongono sono: Cherry Plum, Clematis, Impatiens, Rock Rose, Star of Bethlehem. Essi agiscono su paura, terrore, panico, controllo dell’isteria e della collera, agitazione, inquietudine, stordimento, debolezza e shock, aiutano dunque l’animale a rilassarsi in situazioni particolari di stress.
Sottolineo che non è un trattamento di base che modifica il carattere del soggetto e risolve i suoi disturbi, ma semplicemente gli fornisce un aiuto in momenti particolari stabilizzandolo. In tal senso sarebbe utile somministrare all’animale anche un preparato con essenze adatte al suo carattere, mirate a risolvere i suoi problemi comportamentali.



Perché scegliere i fiori di Francy?

Essenze 100% naturali, realizzate con acqua di sorgente secondo la ricetta originale del dr. Edward Bach, sviluppate personalmente nel corso dei miei anni di studio e frutto della mia esperienza diretta nella risoluzione dei problemi di disagio del mondo animale e umano. Possibilità di un colloquio personale caratterizzante per un trattamento a 360 gradi del problema.

Benefici

  • Contatto diretto
  • Esperienza e professionalità
  • Riservatezza e cortesia
  • Colloquio emozionale
  • Serenità e armonia

CONTATTI

App & Social

Attraverso il tuo Social preferito è possibile descrivermi brevemente le tue esigenze per valutare la soluzione giusta per te.

Facebook

Support Phone

Inviami un messaggio WhatsApp per fissare un colloquio telefonico al fine di valutare insieme le tue esigenze.

WhatsApp

Support Mail

Inviami una E-mail per descrivere brevemente le tue esigenze e quelle del tuo animale domestico, ti risponderò il prima possibile.

info@bloggerdogfrancescaserri.com



Hai già utilizzato i fiori di Bach per i tuoi pets?

Lascia una testimonianza della tua esperienza sul sito.



Stop CISPA